SCALA DI DIFFICOLTÀ


COSA DEVI SAPERE

La scala di difficoltà delle nostre escursioni è costruita considerando due parametri: il grado di complessità del percorso e lo sforzo fisico richiesto per affrontare l’escursione. Il primo dipende dalle caratteristiche dei sentieri, il secondo (principalmente) dalla lunghezza, dal dislivello, dall’estensione dei tratti in salita e discesa e dalla loro pendenza.
La DIFFICOLTÀ è articolata in quattro livelli crescenti:

❶-2-3-4 = Escursioni di massimo 8 km e con dislivelli non superiori a 200 m. Si sviluppano su percorsi semplici, sufficientemente larghi e aperti, dove il fondo di calpestio non ha irregolarità significative salvo rare eccezioni. Non hanno pendenze accentuate. L’impegno fisico richiesto è basso.
1-❷-3-4 = Escursioni di massimo 14 km e con dislivelli non superiori a 600 m. Si sviluppano su percorsi non omogenei, più o meno aperti, dove il fondo di calpestio può avere frequenti irregolarità e può presentarsi scivoloso e impervio. Possono avere pendenze accentuate, seppure sporadiche. Possono anche svilupparsi su percorsi comodi, tuttavia da non sottovalutare per lunghezza o dislivello. L’impegno fisico richiesto è medio o medio-basso.
1-2-❸-4 = Escursioni di massimo 18 km e con dislivelli non superiori a 800 m. Si sviluppano su percorsi perlopiù sconnessi, anche stretti o in traccia, con fondo di calpestio molto irregolare e frequentemente scivoloso e impervio. Non di rado presentano pendenze accentuate. Possono anche svilupparsi su percorsi comodi, tuttavia impegnativi per lunghezza o dislivello. L’impegno fisico richiesto è medio o medio-alto.
1-2-3-❹ = Escursioni con lunghezze e dislivelli anche superiori al grado 3. Si sviluppano su percorsi molto sconnessi, con fondo di calpestio assai irregolare, sdrucciolevole, scivoloso e impervio. Possono essere presenti tratti fuori sentiero e passaggi impegnativi. Possono anche svilupparsi su percorsi comodi, tuttavia faticosi per lunghezza o dislivello. Sono molto frequenti i tratti a pendenza accentuata.

Di volta in volta nelle note tecniche di una scheda informativa si specifica a chi è adatta l’escursione: si tratta di un’indicazione che delinea le caratteristiche del “partecipante-tipo” in base all’allenamento e all’esperienza.
La voce PARTICOLARI CAPACITÀ RICHIESTE, invece, ha la funzione di segnalare eventuali capacità specifiche e indispensabili per poter partecipare in sicurezza. Queste possono essere:
- Nessuna.
- Abilità di movimento in ambiente impervio e selvaggio.
- Abilità di movimento in ambiente impervio e selvaggio, anche usando le braccia.
- Abilità di movimento su terreno particolarmente sconnesso.
- Abilità di movimento su terreno innevato.
- Completa assenza di vertigini.

Insieme ai parametri finora descritti, nella scheda informativa troverai la lunghezza, il dislivello (totale o in salita/discesa), la quota minima e quella massima raggiunta e la durata dell’escursione. La lunghezza è sempre indicata in kilometri (km), mentre le quote in metri sul livello del mare (m s.l.m.). Il dislivello è indicato in metri (m): rappresenta la somma di tutte le differenze di altitudine - salite e discese - che caratterizzano il percorso.

Ricorda che nella scheda informativa troverai sempre le CARATTERISTICHE specifiche di ogni escursione: è una breve descrizione che ti servirà a contestualizzare bene tutte le informazioni.


QUALE ESCURSIONE FA PER TE?

Ecco un sistema semplice per capire se un trekking può fare al caso tuo o meno. Naturalmente si tratta solo di una guida sintetica all’autovalutazione, indicativa e parziale, che va sempre inserita nel complesso delle caratteristiche individuali. Ognuno conosce le proprie capacità e possibilità, i suoi limiti, il proprio stato di salute e allenamento. Ognuno deve scegliere in completa autonomia e libertà.

A) Faccio una vita sedentaria. Non pratico escursionismo e non cammino mai, al massimo faccio brevi passeggiate ma molto saltuariamente. Non pratico attività sportive, se non in maniera molto sporadica.
DIFFICOLTÀ: ❶-2-3-4

B) Mi piace camminare e di tanto in tanto faccio passeggiate, anche di 9-10 km se non più, per mantenermi in forma. Faccio attività sportive in maniera più o meno continuativa. Pratico l’escursionismo di tanto in tanto, o comunque almeno una volta ogni due mesi esco in natura equipaggiato in maniera adeguata. Non ho problemi ad affrontare camminate anche di 12-14 km, purché con dislivelli non superiori ai 500-600 m. Ho più o meno dimestichezza con tutti i tipi di terreno, anche sconnessi.
DIFFICOLTÀ: 1-❷-3-4

C) Amo camminare e faccio spesso passeggiate, anche di 10 km se non più. Pratico attività sportive o comunque, nonostante non ne pratichi, sono frequentemente in movimento. Faccio spesso escursioni, e almeno una volta al mese (spesso anche più) esco in natura equipaggiato in maniera adeguata. Non ho problemi ad affrontare camminate di 16-18 km, purché con dislivelli non superiori ai 700-800 m. Ho dimestichezza con tutti i tipi di terreno, anche sconnessi.
DIFFICOLTÀ: 1-2-❸-4

D) Pratico l’escursionismo in maniera continuativa, anche più di quattro volte al mese. Se richiesto mi muovo senza difficoltà in ambiente relativamente impervio e selvaggio e ho dimestichezza con tutti i tipi di terreno. Pratico attività sportive, o comunque, nonostante non ne pratichi, mi ritengo piuttosto allenato. Affronto con tranquillità itinerari che possono superare anche i 20 km e i 1000 m di dislivello.
DIFFICOLTÀ: 1-2-3-❹


*** AVVERTENZE ***
Prima di iscriverti ad un’escursione leggi attentamente tutte le informazioni presenti nella scheda informativa. Non tralasciare mai la voce PARTICOLARI CAPACITÀ RICHIESTE, è fondamentale. Se hai allergie, patologie particolari o altri problemi (anche di piccola entità) comunicalo alla Guida. Nel completo rispetto della tua privacy, le informazioni ci serviranno ad indirizzarti al meglio e a suggerirti se un’escursione può fare al caso tuo.